Osservazione e Valutazione

La presa in carico del bambino avviene in seguito ad una valutazione che ne individua potenzialità e difficoltà.

La valutazione psicomotoria si avvale dell’osservazione del comportamento spontaneo e dell’esame psicomotorio.

L’osservazione del comportamento spontaneo è una delle priorità dell’intervento psicomotorio. Osservando il bambino agire con l’ambiente e con gli oggetti senza fornire nessuna direttiva aiuta il terapista ad individuare qual è la sua natura e il suo modo di affacciarsi al mondo. Durante l’osservazione del comportamento spontaneo il terapista cerca di interferire il meno possibile con la volontà del bambino, offrendo tuttavia il proprio aiuto e sostegno qualora il bambino lo ricercasse.

Per la presa in carico e l’avvio di un trattamento sarà poi necessario proseguire con alcune sedute di valutazione (in genere tre o quattro) per andare a constatare il livello raggiunto nelle diverse aree dello sviluppo psicomotorio. Per fare questo il TNPEE si avvale di alcuni test standardizzati e di prove psicomotorie.

Al termine delle sedute di osservazione-valutazione il terapista consegnerà ai genitori un bilancio psicomotorio scritto contenente quanto osservato, i punti di forza del bambino e le eventuali criticità sulle quali iniziare a lavorare insieme.